Seleziona una pagina
roma70istambulUno striscione, qualche volantino e soprattutto tanti volti sorridenti. Questi gli ingredienti dell’iniziativa di ieri, 7 Giugno, Nessun Dorma ha organizzato davanti all’uscita della scuola Europa.
“Da Istanbul a Roma 70, un territorio una lotta. Con i ribelli di piazza Taksim”, recitava lo striscione. Semplicemente un modo per esprimere la nostra solidarietà con tutti quei turchi che in questi giorni stanno presidiando Gezi Park e tante altre piazze da Istanbul a Ankara.
Abbiamo voluto condividere questo momento proprio con quei bambini e quei genitori insieme ai quali, un anno fa, abbiamo piantato le querce per tutto il quartiere. Abbiamo voluto sottolineare la continuità che corre tra le lotte di tutto il mondo per la difesa del bene comune, con le dovute differenze nel loro svolgimento.
Siamo vicini ai ribelli di Gezi Park che lottano perché un parco non diventi un centro commerciale, per continuare a poter vivere la città anche come luogo di incontro, per non distruggere ma creare nuovi spazi per la cittadinanza. Perché lottano per la democrazia.
E visto l’entusiasmo con cui siamo stati accolti dalle mamme, dai papà e dai bambini di Roma 70, che si sono interessati alla nostra iniziativa e hanno voluto condividere con noi questo momento così importante, possiamo dire ancora una volta che Roma 70 è con i ribelli di piazza Taksim.