Seleziona una pagina

Il progetto Ortaggi vostri propone la creazione di un Gruppo d’Acquisto Solidale (GAS), di un orto condiviso e di varie attività formative legate all’agricoltura e al rapporto tra città e campagna. L’obiettivo dell’associazione è coinvolgere in questo progetto gli abitanti del quartiere, i membri di altre associazioni interessate a queste tematiche, nonché ragazzi con varie forme di disabilità (fisiche o mentali), nel tentativo di mettere in risalto queste particolari realtà, che rischierebbero altrimenti di rimanere sconosciute ed emarginate.

Il nostro contesto: Roma 70
La scelta della creazione di un Gruppo d’Acquisto Solidale, nasce dalla desiderio dell’associazione Nessun dorma di riavvicinare gli abitanti del nostro quartiere alla natura, e in particolare all’agricoltura. Roma 70 infatti è un quartiere che presenta innumerevoli spazi verdi, a partire dal rinnovato parco del Forte Ardeatino fino ad arrivare ai grandi terreni dell’Istituto Tecnico Agrario Statale “G.Garibaldi”. La creazione del GAS quindi, diventerebbe non solo una forma di economia sociale/alternativa nuova e sostenibile in un periodo di crisi, ma anche una forma nuova di aggregazione  intergenerazionale tra gli abitanti del quartiere, che potrebbe dare a tutti la possibilità di recuperare un contatto più diretto con la terra e i saperi del mondo agricolo.

La possibilità di imparare a coltivare il proprio orto, di produrre un qualcosa da sé (imparando a collaborare anche con diverse forme di autismo e di handicap) e distribuirlo all’interno del proprio quartiere, ai propri vicini e amici, offre un enorme ventaglio di possibilità in ambito formativo e può avere delle ricadute sociali molto importanti.

Noi dell’Associazione Nessun Dorma quindi, attraverso il progetto Ortaggi vostri, ci proponiamo l’obiettivo di non limitare solo ad una fascia d’età giovanile la componente aggregativa, poiché siamo certi che mediante la produzione e distribuzione si possano coinvolgere tutte le famiglie del quartiere. Proprio per questo abbiamo stretto legami con diverse realtà del territorio: innanzitutto con la Cooperativa sociale agricola integrata “Garibaldi” (che ci permetterà di lavorare al loro orto insieme ai loro ragazzi disabili), poi con il centro anziani “Granai di Nerva”, la parrocchia SS. Annunziata ed infine con una serie di altre figure associative e professionali attive nel territorio capitolino, come l’associazione Lab.bio, l’associazione AgriVitaMente e il consorzio “Città dell’altra economia”.

Obiettivi specifici:
Il progetto si svilupperà in 3 fasi:

Fase formativa: a livello formativo ci proponiamo innanzitutto di introdurre i giovani alle tematiche dell’altra economia (consumo consapevole, commercio equo e solidale, energie rinnovabili, riuso e riciclo dei rifiuti, etc.), di organizzare seminari e attività pratiche con docenti di agraria ed esperti di agricoltura sinergica , nonché con psicologi che ci introdurranno al tema della disabilità. Ci piacerebbe inoltre organizzare corsi di cucina e di autoproduzione di prodotti derivati.

Fase produttiva: vogliamo coinvolgere quante più persone possibili nel lavoro all’interno del nostro orto urbano, che cureremo seguendo i principi dell’agricoltura sinergica. Per far ciò, dopo la prima fase formativa, organizzeremo dei calendari in cui sarà possibile prenotarsi per andare a coltivare l’orto, supportati da psicologi che ci aiuteranno nell’integrazione sul lavoro con persone disabili.

Fase distributiva: l’obiettivo è arrivare ad una gestione efficiente del GAS, per far si che possa arrivare a soddisfare la domanda di prodotti equi e solidali da parte dei cittadini del quartiere, compresi quelli che non saranno interessati (o non avranno il tempo) di venire di persona a curare l’orto.

Tutto ciò sarà contornato da eventi sociali basati sul principio della convivialità, nei quali sarà possibile gustare ricette preparate con i prodotti dell’orto e conoscere tante altre persone del nostro quartiere (e non solo!).

Se siete interessati al progetto rimanete collegati al sito, e cercate il progetto “Ortaggi Vostri” su facebook!

Per informazioni ulteriori o per aderire all’idea, scriveteci a ortaggivostri@gmail.com